La città di Istanbul

La città di Istanbul è una metropoli globale che accoglie 13 milioni di abitanti, si estende in parte su territorio europeo e in parte su territorio asiatico. Divisa in due dallo stretto del Bosforo che divide il Mar Nero dal Mar di Marmara è da sempre teatro del susseguirsi di diverse culture.

Istanbul è stata chiamata anche Costantinopoli fino alla fine degli anni 20 del secolo scorso, quando il suo nome divenne definitivamente Istanbul, la città è stata capitale dell’Impero Romano, poi dell’Impero Bizantino, dell’Impero Latino e infine dell’Impero Ottomano fino al 1923 quando la Turchiadivenne repubblica e la capitale venne spostata ad Ankara.

La posizione geografica e il susseguirsi di tante civiltà fanno di Istanbul la perfetta fusione tra diverse culture, e la porta tra Occidente ed Oriente.

La zona del porto naturale di Istanbul, chiamato “Corno d’oro” fu zona di dominazione da parte della Repubblica Marinara di Genova che ha lasciato traccia del suo passaggio nella costruzione del quartiere antistante. In questa immensa città potrete trovare meravigliosi edifici legati alle varie tradizioni culturali che l’hanno attraversata, inoltre troverete chiese cristiane trasformate in moschee ed edifici suggestivi di tradizione islamica, la cultura dominante nella Repubblica di Turchia.

Soprattutto nell’ottocento, durante la dominazione ottomana, ad Istanbul furono costruite diverse chiese Greco-Ortodosse, Armene e Cristiane per venire incontro alle esigenze spirituali delle comunità greche, armene e levantine, nonostante nel corso del novecento queste comunità siano venute meno, queste costruzioni si sono mantenute in buone condizioni e danno un carattere multiculturale alla città.

Ad Istanbul si possono visitare le moschee più interessanti d’Europa tra cui la moschea blu, la moschea costruita per il sultano Solimano il Magnifico, la moschea chiamata Yeni Cami e altri importanti edifici storici legati alla tradizione del culto islamico.

La città testimonia nella sua architettura e nell’organizzazione dello spazio urbano tutta la ricchezza e la varietà del passaggio di diverse culture, che su questa terra hanno convissuto e di cui questa terra è ancora testimone, di un’antica fratellanza tra forme di relazione differenti con il culto e le tradizioni, ma non per questo incapaci di convivere.

Inoltre tra gli svaghi di grande fascino e richiamo ad Istanbul potrete provare i famosi hammam, dove fare esperienze di questa antica forma di piacere e di cura del proprio corpo, esso storicamente veniva inteso anche come forma di aggregazione sociale.

Tra gli svaghi offerti da questa città non mancano certo ristoranti internazionali, pub, ritrovi per ascoltare musica dal vivo, e per lo shopping ad Istanbul il Gran Bazar e il Gran Bazar delle spezie sono mercati coperti di origine ottomane che ancora oggi attirano un altissimo numero di turisti da tutto il mondo, per l’aspetto caratteristico, il sapore dell’antica tradizione commerciale islamica e la grande quantità di merce.

Visitare Istanbul è senz’altro una possibilità da non perdere, per assaporare fino in fondo ed in modo diretto il grande fascino dell’incontro tra Oriente e Occidente.