Il clima in Turchia

La Turchiaè una nazione molto vasta e quindi il suo clima varia notevolmente, le zone costiere hanno un clima generalmente mite, ma i tratti di costa sul Mar Nero sono più freddi di quelli del Mar Mediterraneo. Le zone interne sono caratterizzate da un clima continentale, con inverno freddo e nevoso ed estate calda e secca. In tutte le zone interne e centro-meridionali i mesi più secchi sono luglio, agosto e settembre.

In questo articolo voglio fare una differenziazione sommaria divisa per zone, in modo che possiate avere un’idea del clima che incontrerete a seconda delle zone da visitare: la regione della Tracia ha un clima continentale con inverni rigidi ed estati calde, ma rinfrescate dalle brezze, le piogge non sono abbondanti e distribuite nel corso dell’anno.

Intorno a Istanbul e nella zona al d là del Mar di Marmara e degli stretti del Bosforo e Dardanelli, il clima è mediterraneo di transizione, con inverni relativamente freddi ed esteti calde e abbastanza afose. A volte su Istanbul si abbattono correnti fredde dalla Russia che possono portare neve e gelo, qui l’estate è la stagione meno piovosa e agosto il mese più secco.

La parte orientale della costa turca del Mar Nero ha un clima quasi oceanico, le piogge sono abbondanti in tutte le stagioni, ma l’inverno è più mite rispetto alla zona vicino a Istanbul.

Lungo la costa che si affaccia sul Mar Egeo il clima è di tipo mediterraneo, l’inverno sulla costa è mite, le ondate di freddo sono molto più rare rispetto alla zona di Istanbul, l’estate è molto calda, ma è temperata dalle brezze marine lungo le coste dell’Egeo. Lungo la costa meridionale il clima è ancora meridionale, ma ancora più caldo rispetto alla costa che si affaccia sull’Egeo.

Nell’altopiano dell’Anatolia il clima è continentale, con escursioni termiche tra il giorno e la notte, le piogge sono scarse e il clima è abbastanza uniforme e varia in base all’altitudine e diventa sempre più continentale verso est. Nella capitale Ankara, che si trova al centro dell’altopiano l’inverno è freddo e nevoso, e l’estate calda e secca. In questa zona a 1100 metri si trovano la Cappadocia e Goreme. Nella parte più orientale della Turchia il clima diventa veramente duro, non solo per l’altitudine, anche per la vicinanza conla Russia da cui arrivano masse di aria fredda.

Nelle zone di alta montagna, oltre i 2000 metriil clima è di tipo alpino e la temperatura tende a diminuire con l’altitudine, sul monte Ararat che supera i5000 metri troviamo nevi e ghiacciai perenni. Nelle zone sud-orientali al confine con Siria e Iraq, l’inverno rimane abbastanza freddo ma la caratteristica di questa zona è l’estate torrida, qui le temperature possono superare i 45 gradi.

In linea di massima possiamo dire che il periodo migliore per visitare la Turchiaè quello che va da maggio a giugno e nel mese di settembre, l’autunno e la primavera sono le stagioni in cui questa bellissima nazione potrà offrirvi tutta la sua bellezza, durante il periodo di clima più mite.